Bicilindrico 500 Honda: un motore e tre moto

di t-punch Commenta

La Honda del 2013 utilizzerà la stessa piattaforma per tre nuovi modelli della sua gamma

Nel 2012 la Honda aveva realizzato la NC700X, NC700S e Integra partendo da una stessa piattaforma con il medesimo motore, e quest’anno la casa dell’ala propone altri tre modelli fruttando un unico bicilindrico da 500cc per moto tra loro completamente diverse. Tutto è attorno alla sigla CB, le grandi moto degli anni ’70, da cui derivò anche la CBR, con la nuova CB500X, la naked CB500S e la piccola e sportiva CBR500R. Per tutte lo stesso motore da 48CV e 28km/l di consumo. Pronte entro la primavera del 2013 a patire da 5.500 euro per la naked, 6.200 euro per la CBR500 e 6.100 euro della CB500X, tutte guidabili con la sola patente A2.


La Honda CB500R è dedicata ai giovani, con lo stesso bicilindrico in linea a 4 valvole per cilindro da 471 cc da 48 CV (35 kW). Telaio in acciaio, sospensioni con forcella telescopica da 41 mm e monoammortizzatore con leveraggio progressivo Pro-Link, freni con disco ‘a margherita’ dotati di ABS, cerchi in alluminio e pneumatici sportivi ribassati.

Nuiva Honda CB 750 Four
Le moto 400cc del futuro

Molto capiente il serbatoio che con i suoi 15,7 litri consente oltre 420 km di viaggio senza stop. Bella la strumentazione solo digitale con tachimetro, contagiri a barre, e tutte le informazioni, mentre di serie è anche l’antifurto HISS (Honda Intelligent Security System).
La Honda CB500X è invece dedicata al turismo economico, con una moto agile di ispirazione crossover per essere ben adatta al traffico. Tutto ruota quindi sull’assetto rialzato con le sospensioni a lunga escursione sempre Pro-link. Il serbatoio ha una capacità maggiorata di 1,6 litri. Anche qui freni a disco con profilo ‘a margherita’ con ABS di serie. 195 kg è il peso a pieno, mentre la strumentazione è sempre digitale e il HISS (Honda Intelligent Security System) di serie. Disponibile anche il vano sottosella.
La Honda CB500F rappresenta invece la piccola naked, ispirata alla sorella maggiore CB1000R. Più spazio e sella ribassata, ancora con le sospensioni a forcella telescopica da 41 mm e monoammortizzatore con leveraggio progressivo Pro-Link. Stessi freni e stessa strumentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>