Red Bull ha un futuro luminoso, parola di Horner

di Redazione Commenta

Horner intervistato da Motorsport.com dona fiducia a tutti i fan della Red Bull spiegando che in futuro non ci saranno più le defaillance cui ci ha abituato la Formula 1 dell’ultimo periodo. Alla fine di uno dei periodi più brutti della scuderia, c’è una nuova consapevolezza. 

Il futuro della Red Bull è di nuovo limpido. Ne è convinto Christian Horner, l’uomo che ha diretto il team di Milton Keynes nell’anno più complesso.

“Siamo di nuovo in buona forma – ha detto a Motorsport.com – non si ripeterà una situazione come quella di questo 2015 in cui ci siamo ritrovati senza fornitura di motore per l’anno dopo. Penso che l’intera F1 si sia svegliata sui problemi finanziari che l’affliggono, sui costi. Tante cose cambieranno, la Fia è tutta concentrata sulla questione, Jean Todt si sta mettendo in gioco in prima persona”.

“Di sicuro l’inizio della prossima stagione sarà difficile – ha detto Horner – penso che miglioreremo nella seconda metà dell’annata. Alla fine dell’anno scorso la Ferrari aveva quello che pareva il quarto motore per competitività, le cose cambiano in fretta. Vediamo che succede nei prossimi tre-quattro mesi, il 2017 rappresenterà un nuovo inizio per tutti, con un fornitore indipendente, nuove regole per il telaio che faranno ripartire tutti da un foglio bianco. Per la squadra il futuro è luminoso. Abbiamo accordi con nuovi sponsor, credo siamo messi bene”.

Queste le sue parole sulla Red Bull che riepilogano l’accaduto: il motore Renault ha confermato nel 2015 la scarsa competitività e si è deciso il divorzio con la scuderia di Milton Keynes. Ma di fronte al rifiuto di Mercedes, Ferrari e Honda, la Red Bull ha dovuto riavvicinarsi alla Renault per non restare appiedata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>