Gp Ungheria: niente da fare per la Ferrari, Hamilton è troppo forte

di Gtuzzi Commenta

Nel Gp Ungheria la musica non cambia: è sempre Lewis Hamilton a vincere e ancora una volta Vettel si deve accontentare della seconda posizione. Se la Ferrari raccoglie punti importanti in ottica Mondiale Costruttori, grazie al terzo posto di Raikkonen, non si può certamente dire che sia stato un weekend positivo per il marchio del Cavallino Rampante.

Gp Ungheria: vola Hamilton, Vettel e Raikkonen sul podio

L’ennesima vittoria di Hamilton, dopo la pole di ieri, non fa altro che aumentare il gap in classifica. Una volta di più il pilota inglese ha confermato le sue doti da fuoriclasse, vincendo in un tracciato che doveva essere storicamente favorevole alla Ferrari. Le qualifiche bagnate di sabato hanno fatto chiaramente la differenza, in un circuito in cui sorpassare è notoriamente complicato.

Adesso sono 24 i punti di vantaggio in classifica

Si tratta del quinto successo stagionale per Lewis Hamilton, che adesso ha ben 24 punti di vantaggio sulla rossa di Vettel. Miglior modo per andare in vacanza non c’era per il pilota della Mercedes. D’altro canto, erano due gli elementi che avrebbero potuto mischiare le carte in tavola durante la gara, ovvero la scelta delle gomme e la partenza. Le due Mercedes sono volate subito al comando al via, ma Bottas ha dovuto subire gli attacchi dei ferraristi e di uno scatenato Ricciardo, terminando al quinto posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>