Foschia a Singapore, GP non a rischio

di Alba D'Alberto Commenta

Gli organizzatori stanno monitorando la situazione ma non hanno modificato il programma della gara Si è però deciso di distribuire lo stesso tra il pubblico una serie di protezioni, le tanto declamate mascherine. Saranno inoltre intensificate le postazioni di soccorso. 

E così, con queste precauzioni, gli spettatori sono salvi. Lo stesso non si può dire dei piloti che dovranno combattere con la foschia e la visibilità limitata e questo potrebbe rendere più rischioso lo svolgimento della gara. Per il momento comunque gli organizzatori non hanno modificato il programma della corsa e si è attivato soltanto il Governo per consentire a tutti di assistere alla gara.

La Città Stato domenica ospita il 13° appuntamento del Mondiale di F1. La foschia che ha avvolto la città anche se si pensa subito all’inquinamento, è dovuta invece ai grandi incendi in corso in Indonesia. L’allarme è scattato per la salute delle persone e per la visibilità per i piloti. In un comunicato di oggi gli organizzatori hanno annunciato che la situazione è sotto costante monitoraggio e che per ora il programma non subirà variazioni.

“La foschia subisce variazioni di ora in ora, dunque non è realisticamente possibile capire se il livello di polveri sottili perdurerà durante il weekend di gara. Stiamo costantemente monitorando la situazione con le autorità per ricevere le migliori previsioni meteo non appena disponibili”.

I provvedimenti per ora adottati sono la divulgazione delle informazioni in tempo reale sul sito del GP, sulla app ufficiale per gli smartphone, sui maxischermi e sulla radio del circuito. Questo scrive la Gazzetta dello sport che parla anche della distribuzione di mascherine antiparticolato agli ingressi del circuito e del potenziamento delle postazioni di pronto soccorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>