Ford, il tragitto casa-lavoro è sempre più stressante

di Alba D'Alberto Commenta

Ci voleva proprio la Ford con il suo studio particolare, per dire che gli automobilisti si stressano sempre di più quando sono al volante e devono fare il tragitto classico da casa a lavoro. Sarà perché ci sono degli orari da rispettare e poi ci sono anche sempre più macchine in giro? Entriamo nei dettagli. 

Il tragitto da casa a lavoro per gli automobilisti sta diventando sempre più difficile e stressante. Sono stati intervistati 5.500 cittadini di Roma, Barcellona, Berlino, Londra, Madrid e Parigi. Insomma la situazione in Europa è tragica da questo punto di vista.

Si arriva a dire addirittura che il tragitto casa-lavoro è più stressante (26%) del lavoro stesso (23%). L’Italia riesce sempre a distinguersi fino a paragonare questo viaggio abituale al trasloco, tanto è elevato il livello di stress. A Londra invece lo stress è paragonabile ad una seduta dal dentista.

Per molte persone la sensazione che si prova prima ancora di aver messo piede in ufficio è già quella di una profonda stanchezza. La società continua a urbanizzarsi sempre di più, e le città si stanno estendendo oltre i propri confini. Abbiamo bisogno di un’infrastruttura del sistema dei trasporti che sia in grado di accompagnare questa espansione. Proteggere la libertà di spostarsi richiede un cambio di prospettiva che vada oltre il semplice incremento di strade o linee ferroviarie. E’ necessario creare un network di soluzioni multimodali sostenibili e interconnesse.

La BlaBlaCar anche per andare a lavoro? È un’idea, magari la si può rivolgere al Vice Presidente Ambiente e Sostenibilità di Ford Europa Andreas Ostendorf, che ha presentanto la vision Ford per la smart mobility.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>