Ferrari 458 Spider dati e immagini ufficiali

di Redazione Commenta

Svelata ufficialmente la 458 Spider...

Ferrari ha finalmente tolto ufficialmente i veli alla 458 Spider, la versione Cabrio della Ferrari 458 Italia che debutterà davanti al pubblico al Salone di Francoforte 2011 il mese prossimo. La nuova 458 Spider avrà un tetto rigido realizzato interamente in alluminio, una prima inedita per la casa di Maranello.

Ferrari infatti ha già realizzato una decappottabile con tetto rigido, la California, però mai aveva realizzato un’auto con tetto rigido abbinato a motore montato centralmente e due posti secchi.

TETTO RIGIDO MA LEGGERO – La F430 Spider del 2005 aveva una classica capote in tela, per tenere basso il peso complessivo dell’auto, ma l’uso dell’alluminio ha consentito a Ferrari di creare un tetto rigido 25 kg più leggero di un classico tetto in tela. Secondo i dati rilasciati dalla casa italiana il peso a secco della 458 Spider sarà di 1430 kg, solamente 50 kg in più della 458 Italia.

Il meccanismo del tetto impiega solamente 14 secondi per completare l’operazione di apertura. Il tetto va a posizionarsi davanti al motore praticamente, senza andare ad influire su aerodinamica e prestazioni. Dietro i due sedili è stata ricavata una piccola panchinetta per i bagagli. Tra le due pinne è presente un wind stopper di metallo, che permette di avere una normale conversazione fino a 200 km/h. Le pinne stesse ottimizzano il flusso dell’aria verso le prese del cofano motore.

MOTORE – La meccanica della 458 Spider è la stessa della sorella coperta, con motore V8 4.5 da 570 CV a 9.000 giri/min e 540 Nm di coppia massima a 6.000 giri, abbinato al cambio a doppia frizione sette marce con paddles al volante. La mappatura del pedale dell’acceleratore è stata modificata così come la taratura delle sospensioni.

PRESTAZIONI – Nonostante il peso extra, la 458 Spider scatta da 0 a 100 km/h in 3,4 secondi come la 458 Italia. La velocità massima dovrebbe essere solo di poco inferiore, 320 km/h contro 325.

E’ online anche un video che mostra il meccanismo di apertura del tetto in azione:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>