DR1 S al Motor Show di Bologna 2011

di Luca Riso Commenta

Una Casa italiana, la DR, che prende i pezzi dalla Cina e li assembla in Molise: è il futuro vincente del settore automotive? In attesa che gli anni a venire diano il signor Di Risio (DR Motors, appunto) lancia la sua gamma sportiva.

Una Casa italiana, la DR, che prende i pezzi dalla Cina e li assembla in Molise: è il futuro vincente del settore automotive? In attesa che gli anni a venire diano il signor Di Risio (DR Motors, appunto) lancia la sua gamma sportiva. Che si chiama DR S. La sua prima vettura? La DR1 S, cioè una city car DR1 più eccitata sotto il profilo della linea e delle prestazioni. La vedremo al Motor Show Bologna 2011 dal 3 all’11 dicembre.

La DR1 S, in vendita da marzo 2012, segna l’inizio dell’attività sportiva del Costruttore molisano. Il tutto sempre all’insegna del massimo low cost: 8.880 euro. Un prezzo bassissimo. Esteticamente, la citycar pepata della DR si distingue per la livrea con bande bianche su tinte Red Passion, Ink Black ed Elegant Grey. Nuove sospensioni più rigide la rendono più sportiva. Inoltre, freni maggiorati e cerchi in lega specifico con gomme 185/55 R15.

Dopatina anche al motore: un 4 cilindri 1.3 litri da 88 CV e 117 Nm già visto sulla DR1, ma con uno scarico e filtro aria più libero. .

Non solo. DR Motors, a settembre 2012, farà debuttare la DR1 SR da 100 CV e assetto racing. Dopodiché, la DR1 Rally, che nel 2012 debutterà nel Campionato italiano rally come vettura della scuderia RS Tecno. “DR Scuderia Italia per i Giovani Piloti”, questo il nome del programma sportivo: obiettivo, dare un’alternativa low cost alle nuove leve dei rally.

Forse, visto il successo riscosso dalla DR5 (il Suv super low cost venduto anche al supermarket), e dopo le nuove versioni base Free per la DR, adesso la DR1 S farà paura anche a chi produce auto un po’ spinte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>