Stephan Schaller nuovo presidente ACEM

di t-punch Commenta

Stephan Schaller, presidente di BMW Motorrad, è da oggi anche presidente della Acem

Stephan Schaller, presidente di BMW Motorrad, è da oggi anche presidente della Acem, l’associazione europea dei costruttori di motoveicoli, e sostituisce Hendrik von Kuenheim nel delicato compito di promuovere, tutelare, sostenere e proporre anche dal punto di vista legislativo tutto quel che può migliorare le due ruote europee.


La prima dichiarazione di Schaller è stata: “I produttori di ciclomotori forniscono mobilità e in quanto tali meritano il pieno riconoscimento nelle politiche dei trasporti. Mentre l’industria ha fatto numerosi sforzi per rispondere alle sfide della crisi economica, con l’obiettivo di dirigersi verso una mobilità più verde e più sicura, e insieme di tornare a una crescita sostenibile che crea lavoro. Molto è stato fatto ma la stagnazione dell’economia prevista per il 2013 e gli inaccettabili livelli di disoccupazione nell’Unione europea sottolineano quanto sia cruciale accelerare gli sforzi per supportare la produzione europea mentre si persegue una coerente politica Ue dei trasporti, basata sulla mobilità pulita, efficiente e intelligente”.

MV Augusta raddoppia le vendite
Offerta Piaggio

E da oggi nell’associazione c’è anche la Renault, come quattordicesimo membro. Questo ingresso potrebbe far presagire un impegno concreto da parte della casa francese nel mondo delle due ruote che va al di là del progetto del Twizy, il quadriciclo due posti a trazione elettrica legalmente parte delle due ruote sia per patente necessaria che per normativa.
La Renault aveva già firmato in passato alcuni scooter, a dire la verità prodotti dalla Benelli ma venduti nelle concessionarie dell’azienda francese insieme alle auto. Progetto momentaneo, concepito per seguire la scia del successo degli scooter dell’epoca, lentamente dagli anni 2000 la Renault ha iniziato a studiare più approfonditamente la possibilità di entrare in pianta stabile nel segmento con dei suoi modelli. Nel 2001 realizzò un prototipo per il traffico urbano, il concept Ublo, uno dei primi scooter a tre ruote con tettuccio alimentato dall’elettricità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>