Giallo al Nurburgring

di Gabriele Commenta

E’ stata una stagione intense di prove, test più o meno segreti quella che è trascorsa sull’asfalto del Nurburgring..

E’ stata una stagione intense di prove, test più o meno segreti quella che è trascorsa sull’asfalto del Nurburgring e tra le tante notizie, è adesso nato un vero e proprio Giallo.

Un’accusa, piuttosto pesante, è stata rivolta alla giapponese Nissan dalla Porsche per aver falsato il test che le aveva conferito, lo scorso maggio, il record sul giro per auto di serie con la GT-R.

Secondo Porsche il valore dichiarato di 7 minuti e 29 secondi non è attendibile ne tantomeno realizzabile con una GT-R totalmente di serie e con gomme di fornitura standard. L’accusa è stata fatta dalla Porsche con cognizione di causa, ha acquistato una GT-R destinata al mercato americano e ha condotto una giornata di test portandola sul Nurburgring assieme ad una 911 Turbo e una GT2.

Messa a confronto con i due bolidi tedeschi, la Nissan GT-R non ha eguagliato il primato comunicato lo scorso maggio. I tempi realizzati durante i test condotti dalla casa tedesca sono lontani da quelli pubblicati dalla Nissan, 7 minuti e 54 contro i 7’ e 38” della 911 Turbo e i 7’ e 34” della GT2.


Il sospetto principale da parte di Porsche riguarda gli pneumatici, non sarebbero stati utilizzati quelli di serie, prodotti da una nota casa giapponese, bensì dei semi slick da competizione.

Da segnalare che le vetture durante i test svolti dalla Porsche sono state guidate da un ingegnere del reparto sviluppo telai e non dal consueto collaudatore ufficiale, il pluripremiato Walter Rohrl.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>