Passare al GPL, quale impianto scegliere?

di Alba D'Alberto Commenta

Se si scegliere d’installare un impianto GPL sulla propria auto è necessario capire in quale officina è meglio effettuare il passaggio. L’automobilista deve in particolare informarsi in modo preventivo rispetto alla qualità del sistema che si decide di montare, i costi e gli incentivi, se ci sono.

Quando si decide di passare all’impianto a gas è importante capire prima di tutto i costi da sostenere per istallare un impianto a GPL, facendo i conti anche con gli incentivi previsti in un anno. A quel punto si può scegliere il tipo di impianto GPL da montare.

A questo punto, quindi, l’automobilista dovrebbe farsi una cultura sui produttori di impianti a GPL, valutando i problemi che sono stati riscontrati dagli altri automobilisti, le normative di sicurezza e via dicendo.

Il GPL è n prodotto dalla raffinazione del petrolio, è allo stato gassoso ma diventa liquido a contatto con la pressione atmosferica. Per questo doppio stato del carburante, l’impianto può essere a iniezione gassosa oppure a iniezione liquida.

I principali produttori di impianti a GPL a livello italiano, che garantiscono anche costi accessibili, sono i seguenti:

Landi Renzo
BRC
Stefanelli
Romano Autogas
Prins
Vialle
Zavoli
Lovato
Bigas
Emer
Imega
Stargas

Le due officine più quotate sono Landi Rienzo che ha sede in Italia e per questo garantisce a chi l’adotta una rete di assistenza capillare. L’altra officina molto quotata è BRC che fa valere sul mercato la sua esperienza, visto che è istallata su prodotti di serie di diverse auto: Peugeot, Citroen, Ford, Kia, Jaguar, Chrysler e Mitsucishi. Chi ha già usato l’impianto BRC ha detto di apprezzarlo per la silenziosità e per la tenuta anche sulle basse velocità.

Il costo degli impianti Landi Renzo e BRC sono però elevati rispetto agli altri e per questo motivo, di natura esclusivamente economica, devono essere valutate anche le alternative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>