Il futuro dell’auto lo scrivono Nissan, Toyota e Honda

di Alba D'Alberto Commenta

Un annuncio ufficiale che finisce per rivoluzione il settore dello sviluppo delle auto perché si dovranno d’ora in poi sostenere tutte le società che vogliono offrire ai clienti un prodotto migliore, ecologico e in grado di far risparmiare le famiglie, per esempio un’auto ad idrogeno. 

L’annuncio ufficiale recita:

Nissan Motor Co. Ltd., Toyota Motor Corporation e Honda MotorCo. Ltd hanno stretto un accordo volto allo sviluppo di stazioni di idrogeno in Giappone.

I tre colossi giapponesi danno poi questa spiegazione:

Il progetto copre in parte le spese operative sostenute dalle società che si occupano delle infrastrutture, con il supporto del governo Giapponese per le stazioni di idrogeno. Inoltre, i partner del progetto lavoreranno per diffondere la conoscenza di queste misure di sostegno e incoraggiare, così, nuove imprese ad entrare nel business delle forniture di idrogeno. L’assistenza finanziaria sarà fornita attraverso la Research Association of Hydrogen Supply/Utilization Technology (HySUT)*, che sta pianificando un programma per incentivare la domanda di veicoli a idrogeno.

Qualora le auto ad idrogeno diventassero comuni, ci sarebbe la necessità d’introdurre anche delle stazioni di rifornimento che dovranno essere abbastanza diffuse come le altre. Comprare una macchina a idrogeno è una scelta ecologica ma svilupparla è una scelta di vita. Il governo giapponese ha intenzione di contribuire al compimento dell’opera concentrandosi sulle infrastrutture.

Repubblica sintetizza così la road map di questo trio

Ecco lo schema di lavoro dei tre big
1)      utilizzare informazioni come le esigenze dei clienti e i dati di funzionamento delle stazioni per migliorarne i livelli di servizio;
2)      migliorare la funzionalità delle stazioni aumentando il numero di giorni di apertura, estendendo gli orari di lavoro, fornendo informazioni operative e sviluppando infrastrutture facilmente accessibili;
3)      sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo ai veicoli a idrogeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>