Holden GTS serie speciale

di Redazione Commenta

Ecco la nuova versione speciale ad edizione limitata della Holden GTS.


Il 2012 rappresenta anche uno storico evento per il marchio Holden Special Vehicles: infatti, sono 25 anni di attività per il costruttore australiano ed ecco spiegato il motivo per cui si è deciso di realizzare una vettura ad edizione limitata.
Si tratta di un modello del tutto particolare della GTS: la produzione prevede la realizzazione di 140 esemplari: 125 di essi verranno rilasciati sul mercato australiano, mentre i restanti 15 modelli verranno destinati al mercato neozelandese.
Non c’è solamente la produzione ad edizione limitata a differenziare questo modello speciale con la versione tradizionale della GTS, anche se il motore è rimasto sempre lo stesso, con la presenza del V8 L63 da 6,3 litri, in grado di sviluppare una potenza fino a 436 cavalli.

ELENCO CANDIDATE AUTO DELL’ANNO 2013

MERCEDES GLA PRIME FOTO SPIA
Ad esempio, infatti, una delle principali differenze è rappresentata dal profilo estetico della vettura: il nuovo modello speciale può contare sulla presenza di cerchi in lega da 20 pollici dalla colorazione nera, che permettono un risparmio di 22 chili sulla massa complessiva dell’auto, senza dimenticare le modifiche all’impianto frenante, con l’inserimento di pinze freno anteriori e a sei pistoncini dalla colorazione gialla ed una griglia dalla colorazione nera lucida posizionata in zona frontale.

Tra le altre modifiche, non dobbiamo dimenticare anche la presenza di inediti prese d’aria che sono state collocate sul cofano, in modo tale da garantire una migliore aerazione del motore da 8 cilindri. Ciascun esemplare di questa nuova versione speciale celebrativa della Holden GTS sarà lanciata sul mercato ad un prezzo che si aggirerà intorno ai 67500 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>