In vacanza all’isola d’Elba: una vacanza itinerante

di Redazione Commenta

Una vacanza on the road è l’idea perfetta per chi desidera trascorrere qualche giorno all’isola d’Elba. Si tratta di un’isola non eccessivamente grande, con strade panoramiche, località splendide e una popolazione particolarmente vocata all’accoglienza. Per godere appieno dell’isola non è consigliabile fermarsi esclusivamente in una singola località. Conviene invece prevedere vari spostamenti. Vi consigliamo ad esempio alcuni itinerari particolarmente piacevoli in moto.

Come raggiungere l’Elba
Per arrivare all’isola d’Elba il mezzo di trasporto d’elezione è di certo il traghetto. Esistono anche alcuni voli aerei, ma sono poco frequenti e anche molto costosi. Per altro chi desidera viaggiare sull’isola tende a spostarsi con il proprio mezzo personale, che sia l’auto o la moto: il traghetto è quindi comodissimo. Se non hai l’auto, puoi raggiungere l’isola d’Elba anche in bus o in treno. Piombino è infatti perfettamente collegata al resto d’Italia, sia tramite il treno, sia attraverso le principali dorsali autostradali che percorrono la penisola. Una volta arrivati a Piombino si è a un passo dal porto, dove partono i traghetti. Soprattutto durante i mesi estivi è però importante prenotare il trasbordo. Effettivamente i traghetti partono ogni 30 minuti; se si ha in programma un viaggio con lunghe tappe, avere già a disposizione il biglietto per il traghetto rende il tutto molto più semplice ed evita qualsiasi genere di disguido.

Dove viaggiare all’Elba
Come abbiamo detto, l’isola è percorsa da varie strade. Una di queste segue l’intera costa a ovest dell’isola, consentendo di raggiungere tutte le località qui presenti. La costa a est è invece percorsa da una strada più panoramica, molto piacevole da percorrere in qualsiasi periodo dell’anno. Non è possibile elencare brevemente le più belle località dell’Elba, quelle che è impossibile non visitare. Ogni zona dell’isola infatti è degna di una sosta, meglio quindi organizzare al meglio il viaggio. Se abbiamo solo pochi giorni a disposizione prediligiamo una certa zona, le altre le visiteremo in un’altra occasione.

Cosa vedere all’Elba
Le spiagge sono di certo tra le attrazioni più apprezzate dai turisti. L’Elba però non è solo spiagge, anzi, si tratta di un’isola che offre spunti per un viaggio anche in pieno inverno. Queste zone erano abitate dall’uomo già millenni orsono, per la presenza di ferro nei minerali di cui l’isola è composta. Ancora oggi sono visitabili le antiche miniere; ci sono musei e varie opportunità di visita che consentono di comprendere le condizioni lavorative degli antichi minatori. La parte a ovest dell’isola è occupata da una montagna, il Monte Capanne, dalla cui vetta è possibile ammirare una grande fetta di Mediterraneo.

L’enogastronomia dell’Elba
Visto che l’uomo vive qui da millenni, ha anche imparato a godere dei frutti della terra. Si trovano vigneti, uliveti, orti e coltivazioni. Questo consente al turista di godere di una gastronomia eccellente. A partire ovviamente dal pescato quotidiano, visto che il mare è sempre a un passo, da qualsiasi località dell’Elba. Sono però i piatti di terra quelli che stupiscono di più, grazie al sapiente utilizzo delle erbe aromatiche che crescono rigogliose nella macchia mediterranea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>