Home » L’ultima novità Suzuki: la GW250S

L’ultima novità Suzuki: la GW250S

suzuki_inazuma_gw250s_11536La Suzuki ha presentato al Salone Internazionale dell’Automobile di Shanghai la sua ultima novità. Il salone di Shanghai è ormai l’evento più importante per quel che riguarda i motori, l’appuntamento più atteso per il mercato cinese. Anche le date scelte agevolano il prestigio internazionale del salone, cronologicamente posto tra i saloni europei ed americani. Per l’appuntamento del 2013 il salone si tiene dal 21 al 29 aprile e coinvolge sia il settore automobilistico che motociclistico. Così Suzuki ha colto al volo l’occasione per lanciare la nuova GW250S, una moto stradale derivata dalla GW250, che vuole esserne la versione semi-carenata.


Le differenze sono nel cupolino che ha il compito di proteggere aerodinamicamente il pilota, ed il manubrio più alto per rendere la posizione di guida meno pesante e più confortevole. Il risultato è una moto dall’aspetto più sportivo ma anche più turistico.

Suzuki demo ride tour
Promozione Suzuki

La ciclistica riprende le caratteristiche dalla GW250, mentre la motoristica si incrocia anche con l’europea Inazuma 250. Il motore è un due cilindri raffreddato a liquido da 248 cc già sperimentato e consolidato, che ha come pregi decisivi i bassi consumi e l’economia d’esercizio. Particolarmente apprezzato dagli appassionati in un periodo in cui la crisi ha costretto sia i motociclisti che le aziende a rivedere molte delle loro proposte, il motore di piccola cilindrata segue l’andamento e la nuova modo dettata dalla necessità di risparmiare, a cui si accompagna il look da grande moto. Un ottima soluzione per chi sogna le grandi moto ma non vuole consumare. Un grande aiuto anche per il traffico, la migliore alternativa all’auto nelle città. Per questo Suzuki ha pensato al cupolino ampio
per proteggere il pilota dagli agenti atmosferici. A disposizione anche uno più ampio per l’inverno. Per il momento la GW250S verrà commercializzata solo in Cina, ma Suzuki ha già annunciato che la moto sarà presto disponibile anche sul mercato giapponese ed europeo.

Lascia un commento