Nissan GT-R MY2011

di Alessandro Bombardieri 1

Spunta in rete un nuovo disegno di quella che potrebbe essere la futura Nissan GT-R. Da quando è uscita sul mercato quest’auto ha sempre alimentato i rumors intorno a sé.

Spunta in rete un nuovo disegno di quella che potrebbe essere la futura Nissan GT-R. Da quando è uscita sul mercato quest’auto ha sempre alimentato i rumors intorno a sé.

Solo pochi mesi la casa giapponese Nissan ha presentato un “face lift” della GT-R MY2010, solamente un anno dopo l’uscita della prima versione sul suolo asiatico e sei mesi dopo l’uscita in territorio americano.


Questa nuova immagine (creata dalla rivista Japan’ Best Car utilizzando le foto catturate sul circuito del Nurburgring) ci propone la prossima GT-R con leggere modifiche all’attuale. Dal lato puramente estetico possiamo vedere che ci saranno qualche upgrade aerodinamico qua e là e un paraurti anteriore completamente ridisegnato.


Le voci attorno a questa notizia parlano di come Nissan stia cercando di “tirar fuori” ancora qualche cavallo dal motore 3.8 twin-turbo. Sulla GT-R MY2010 i cavalli arrivavano a essere 485, mentre nella MY2011 si suppone che la casa giapponese possa arrivare a un numero di cavalli molto vicino ai 500.

Se queste notizie si riveleranno fondate, potremmo aspettarci una versione “pompata” anche del modello più “duro e puro” della GT-R, la GT-R V-Spec. Tuttavia non è possibile prevedere l’uscita sul mercato di un ennesimo nuovo modello di GT-R prima del 2011.

Ricordiamo che la GT-R è considerata la super-car più economica al mondo, con i suoi quasi 500CV e un prezzo che si aggirai sugli 80’000€.

Commenti (1)

  1. Certo che per un appassionato veder cambiare modello così frequentemente risulta frustrante. Lasciamo perdere l’ulteriore svalutazione dell’usato. Non capisco la scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>