Valentino Rossi arrabbiato per gli orari del GP di Malesia

di Francesco Di Cataldo Commenta

Secondo il pluricampione del mondo è letteralmente assurdo correre in Malesia alle ore 16 quando la probabilità che piova arriva..

Valentino Rossi odia il fatto che la MotoGP debba ogni santa volta abbassarsi alle decisioni della Formula Uno.

Secondo il pluricampione del mondo è letteralmente assurdo correre in Malesia alle ore 16 quando la probabilità che piova arriva anche al 90% solamente per dar spazio alla Formula Uno evidando così una fastidiosa sovrapposizione di orari. Valentino Rossi non ci sta a dovere rischiare di correre sotto la pioggia per consentire ai telespettatori di vedere entrambe le gare domenicali.



Secondo Valentino, la corsa doveva iniziare alle 14 ora locale e non alle 16, poichè nel primo pomeriggio la probabilità che piova è inferiore al 10%. Valentino Rossi ha espresso il suo disappunto con testuali parole: “Oramai si sa che qui dopo una certa ora – afferma Rossi -, generalmente le 15,30, piove quasi sicuramente e sembra davvero che stiamo lì fermi ad aspettare che inizi a piovere.

Ci prostriamo sempre allo strapotere della Formula 1 che di noi della MotoGp se ne frega altamente e non ha paura di niente. Quelli che hanno paura siamo noi! Alle 14 qui c’è il 90% delle probabilità che non piova mentre alle 16 c’è la stessa percentuale che piova, è veramente una cretinata

GUARDA LA CLASSIFICA DI FORMULA UNO 2010;

GUARDA LA CLASSIFICA DI MOTOGP 2010;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>