Motorsport: guida alle scommesse sulla MotoGP

di Redazione Commenta

Si è conclusa ufficialmente il 19 novembre la stagione 2019 del MotoGP. Con l’ultimo appuntamento del Mondiale a Valencia, Marc Marquez ha ottenuto l’ennesima vittoria sulla Honda. Il pilota spagnolo si è aggiudicato infatti anche quest’anno il titolo di campione del mondo, portando ad 8 i mondiali vinti a soli 26 anni.

La prossima stagione ripartirà l’8 marzo 2020 a Doha in Qatar, per il classico Gran Premio inaugurale in notturna che dal 2008 – anno dell’installazione dell’impianto di illuminazione sul circuito – rende memorabili le serate sul circuito di Losail.

Per la nuova stagione sono previsti 20 Gran Premi, con l’aggiunta del GP di KymiRing, il quale è in programma tra il 10 e il 12 luglio. Il circuito dista 110 km da Helsinki e 200 da San Pietroburgo, quindi in posizione strategica per essere fruito dagli appassionati.

Come conseguenza del GP finlandese, ci sarà lo spostamento del Gran Premio della Thailandia al 22 marzo, sul circuito di Buriam che sarà teatro della seconda gara del mondiale.

Non ci sono novità invece per quel che riguarda le altre tappe, invariate rispetto al 2019, con un occhio di riguardo per i tifosi italiani al Gran Premio del Mugello fissato al 31 maggio e al Gran Premio di Misano e Riviera di Rimini del 13 settembre.

Anche per la stagione 2020 non mancheranno di certo le quote per le scommesse sulla MotoGP sia su www.sitiscommesse.com/motori/ che presso i centri abilitati. Sarà possibile puntare su diversi mercati: se si vuole per esempio scommettere sulle gare singole, è consigliabile consultare la lista dei piloti che prenderanno parte alla corsa e confrontare le varie quote per cercare di centrare la scommessa vincente puntando  sia sul vincitore della singola gara, sia su colui che sarà in grado di accaparrarsi la pole position vincendo le qualifiche.

Si può inoltre scommettere su chi tra due piloti otterrà un piazzamento migliore nel confronto testa a testa, oppure sul pilota che riuscirà a completare un giro nel minor tempo possibile durante tutto l’arco della gara.

Non mancano ovviamente le scommesse live su chi vincerà la gara o su chi arriverà sul podio a Gran Premio in corso. Senz’altro quest’ultimo tipo di scommessa è quello più incerto in quanto bisogna considerare fattori esterni quali le condizioni meteorologiche e della pista, le scelte improvvise da parte dei piloti che spesso sono imprevedibili, oppure malfunzionamenti meccanici o deterioramenti delle gomme. Questi fattori infatti possono alterare l’esito della competizione – e compromettere così la propria giocata – in un batter d’occhio.

In Italia oltre alla grande passione per il tifo vi è anche quella per il settore delle scommesse, che registra ogni anno un interesse sempre maggiore. La prossima stagione si preannuncia davvero avvincente ed è per questo che i bookmakers sono costantemente aggiornati su news e rumors vari per offrire le migliori quote.

Marc Marquez cercherà di difendere senz’altro il suo titolo, provando a raggiungere quota 9 mondiali come Valentino Rossi. Quest’ultimo è possibile che si stia avviando verso la sua ultima stagione in MotoGP, come anch’egli stesso ha affermato. Entro i primi mesi infatti dovrà prendere la decisione se continuare nel mondo delle due ruote oppure passare definitivamente alle quattro ruote. Nonostante la longevità del pilota di Tavullia, questo evento sembra ormai prossimo e sarà di certo un pesante colpo per tutti i suoi fans sparsi per il mondo.

Gli italiani, dal canto loro, sperano che il vuoto che lascerà Valentino Rossi verrà colmato da un nuovo astro nascente azzurro e molte speranze vengono riposte nel pilota romano Franco Morbidelli, che l’anno prossimo correrà con la Yamaha e sarà il compagno di squadra del velocissimo Fabio Quartararo. Il francese nel 2019 ha centrato infatti 5 secondi posti, non riuscendo tuttavia mai a vincere la sua prima gara in MotoGP, nonostante abbia conquistato ben 6 pole position.

Gli avversari principali di Marc Marquez saranno comunque lo spagnolo Vinales su Yamaha e Andrea Dovizioso sulla Ducati. Quest’ultimo nel frattempo sta sperando nel 2020 come il suo anno fortunato, che gli porterà la tanto agognata vittoria finale. Per raggiungere questo traguardo sarà necessario che la Ducati porti una moto altamente competitiva e che il compagno di squadra Petrucci possa essere in grado di aiutare il forlivese nei momenti più delicati della stagione.

Menzione particolare infine per la sfida tra fratelli in casa Honda, dove Marc Marquez vedrà come compagno di boxe suo fratello Alex, il quale cercherà in ogni modo di dare del filo da torcere al campione del mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>