Suzuki Gladius 2009

di Gabriele Commenta

Il propulsore deriva direttamente da quelle che equipaggiava la SV 650, ma è stato aggiornato alla normativa Euro..

suzuki gladius 2009 fronte

Per una Gladio che è stata…una Gladius che sarà. E’ tecnicamente la terza generazione di Suzuki SV, un modello che negli anni passati ha riscosso un notevole successo per l’eccellente rapporto qualità, prezzo e prestazioni.

Il nuovo modello che come abbiamo visto si chiama Gladius punta molto sull’immagine e su un design particolarmente ricercato, pur rimanendo in una fascia “bassa” di prezzo, orientativamente 6.000 euro.

Una vera moto quindi al posto di uno scooter di fascia medio alta, con i vantaggi e le emozioni che saprà regalare il bicilindrico da 645 centimetri cubici a V di 90°.


La linea è gradevole, con serbatoio e faro anteriore “casualmente” simili ad una costosa naked italiana. I particolari sono abbastanza curati, come il telaio in tinta, le elaborate maniglie per il passeggero e il bel movimento dello scarico con protezione cromata.

faro della suzuki gladio 2009

Il telaio è completamente nuovo, un traliccio in tubi d’acciaio con sospensioni di tipo tradizionale. La scelta dell’acciaio al posto dell’alluminio, come nella precedente SV, fa superare alla Gladius i 200 chilogrammi a secco.

sella della nuova suzuki gladius 2009


Il propulsore deriva direttamente da quelle che equipaggiava la SV 650, ma è stato aggiornato alla normativa Euro 3 e ha ricevuto una serie di migliorie tra le quali l’adozione della doppia candela d’accensione. Ogni cilindro infatti dispone di due candele all’iridio e i cilindri sono stati trattati internamente come sulle supersportive della casa.

La nuova Suzuki Gladius è una interessante proposta, visto il prezzo e la dotazione, per chi vuole approcciare il mondo delle moto senza spendere un capitale ed avere una moto facile da guidare ma che sa regalare intense sensazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>