Preziosi lascia la Ducati

di t-punch Commenta

L'Ingegner Preziosi lascia la Ducati dopo quasi 20 anni

L’ingegnere Filippo Preziosi lascia la Ducati per motivi di salute dopo ben 19 anni. Uno degli uomini simbolo delle corse di Borgo Panigale, ex Direttore Generale Ducati Corse e fino a ieri, da quando è subentrata la nuova proprietà, Direttore Ricerca & Sviluppo Ducati Motor Holding, dà le dimissioni attraverso un comunicato stampa che recita:


“L’ingegnere Filippo Preziosi ha comunicato a Ducati Motor Holding di voler interrompere la sua collaborazione con l’azienda.
La motivazione è da collegare a motivi di salute legati alla sua particolare condizione fisica. Nel rispetto della volontà dell’Ing. Preziosi, pur con il rammarico di perdere una figura strategica e di grande competenza, Ducati ha preso atto della decisione e ha accettato le dimissioni, confermando stima e riconoscenza al quarantacinquenne tecnico italiano, ringraziandolo per il significativo e professionale supporto che ha offerto nei diciannove anni trascorsi in azienda, di cui dodici in Ducati Corse.”

Ducati Riding Experience
MotoGP: Control ECU tra le polemiche

La nomina a Direttore Ricerca & Sviluppo Ducati Motor Holding era arrivata a fine 2012 ma l’Ingegner Preziosi era a riposo, su sua richiesta. Ora il ruolo resta vacante, ma la Ducati lo considera di l’importanza strategica e lo ricoprirà con la persona adatta appena possibile.
Ufficialmente in ferie da dicembre, Filippo Preziosi era una delle persone di punta dell’azienda ma qualcuno a conoscenza della situazione non si è stupito più di tanto per le sue dimissioni. Naturalmente il comunicato per la stampa è stato accompagnato dai saluti ad una azienda che ama e che lo ama. L’Ingegnere ha inviato personalmente una mail a tutti i dipendenti, nessuno escluso, ricevendo molti attestati di stima e affetto. Ora l’azienda dovrà assegnare il ruolo di Direttore R&D Ducati Motor Holding il prima possibile per sostituire uno dei protagonisti più importanti delle vittorie in SBK.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>