Nuova Mazda2 svelata in immagini

di Alessandro Bombardieri Commenta

La nuova generazione di Mazda2, che arriverà sul mercato solamente all’inizio del prossimo anno, è stata svelata dalla pubblicazione online di alcune immagini in anteprima.

Da queste prime foto si può notare come la Mazda2 di prossima generazione abbia ripreso in maniera quasi completa le forme del concept Hazumi, proponendo ovviamente il linguaggio stilistico Kodo.

Sulla nuova Mazda 2, che dovrebbe fare il suo debutto ufficiale il prossimo mese di ottobre, potrebbe debuttare un nuovo motore 1.5 diesel della famiglia Skyactiv, per la precisione il quattro cilindri 1.5 Skyactiv-D. Questo inedito 1.5 D promette eccellenti prestazioni dinamiche combinate con il massimo rispetto ambientale, proponendo un rapporto di compressione molto basso (14,8:1). Diverse tecnologie sono state riprese dal più grande 2.2 D già in uso su diversi modelli Mazda come la 3, la 6 e la CX-5.

Il nuovo motore monta un turbocompressore a geometria variabile e intercooler raffreddato ad acqua integrato nel collettore di aspirazione, è stato migliorato negli attriti interni e nell’isolamento termico rispetto all’unità di maggior cilindrata, inoltre è già omologato Euro 6 anche senza un sistema di post-trattamento dei gas di scarico e sviluppa 105 CV di potenza e una coppia massima di 250 Nm tra i 1.500 e i 2.500 giri. Per abbassare i consumi è presente il il sistema i-stop e quello di recupero dell’energia in frenata i-Eloop. Le trasmissioni disponibili sono manuale Skyactiv-MT o automatica Skyactiv-Drive.

Il peso complessivo della nuova Mazda2 dovrebbe essere inferiore ai 1.000 kg, con emissioni di CO2 inferiori ai 90 g/km. Rispetto al modello attuale aumenterà anche il passo, proponendo così maggiore spazio all’interno dell’abitacolo per gli occupanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>