Fiat 500 elettrica, il vero segreto è rappresentato dall’evoluzione del telaio

di Gtuzzi Commenta

Più del 96% dei materiali che compongono la nuova Fiat 500 elettrica si caratterizzano per essere del tutto nuovi in confronto alla versione ad alimentazione classica. Tra le principali caratteristiche della nuova Fiat 500 elettrica troviamo senz’altro una distribuzione dei pesi molto più bilanciata ed equilibrata rispetto al passato.

Questa nuova vettura può contare sulla presenza di una batteria notevole da 23,8 kwh, proposta in un allestimento Action, mentre per quanto riguarda gli allestimenti Passion e Icon, la batteria sale a una capienza pari a 42 kwh. Dal punto di vista dell’autonomia, il livello di quest’ultima va da 180 fino ad un tetto massimo di 320 chilometri.

a versione elettrica della Fiat 500 si caratterizza per ricevere un’ottima alimentazione tramite una batteria agli ioni di litio, che è stata realizzata da parte del colosso asiatico Samsung, in due formati differenti: il primo da 23,8 kWh e il secondo da 42 kWh.

C’è anche una variante un po’ meno capiente della batteria ed è quella che si trova sull’allestimento Action. Grazie a questa versione, la vettura può contare su un livello di autonomia, all’interno del ciclo Wltp, che si spinge addirittura fino a 180 chilometri.

Interessante notare anche qualche altra caratteristica degna di nota della nuova Fiat 500 Elettrica. Il riferimento, ad esempio, è al livello di massima potenza che viene sviluppata da parte del propulsore elettrico, che può toccare fino i 95 cavalli.

La batteria ha la capacità di accumulare un maggiore quantitativo di energia, in modo particolare per due allestimenti, ovvero Passion e Icon, con cui arriva a toccare i 320 chilometri con un solo pieno nel ciclo Wltp, con un’alimentazione legata a una propulsore da 118 cavalli.

In tutti e due i casi, a ogni modo, c’è da notare come venga assolutamente garantito il supporto alla ricarica rapida sfruttando la corrente continua, anche se c’è un aspetto che diversifica le due versioni. Infatti, in riferimento all’allestimento Action si toccano i 50 kW al massimo, mentre per gli allestimenti Passion e Icon si arriva fino a 85 kW.

Dando un’idea molto più concreta, bisogna mettere in evidenza come, tramite le colonnine a ricarica veloce, l’allestimento che presenta una batteria meno capiente rispetto alle altre, si possono ricaricare 50 chilometri di autonomia in soli 10 minuti, all’incirca. Discorso diverso, invece, per la batteria da 42 kWh, che si caratterizza per avere una capacità di ricarica che si spinge fino a 85 kW, con 50 chilometri di autonomia che si raggiungono in soli 5 minuti di ricarica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>