Suzuki Celerio in Italia entro fine 2014

di Alessandro Bombardieri Commenta

cq5dam.web.650.600

La Suzuki Celerio, che ha debuttato ufficialmente al Salone di Ginevra, arriverà anche sul mercato italiano entro la fine dell’anno in corso: sarà proposta con il solo motore 1.0 da 68 CV con cambio manuale, che promette una media di 23 km/l, con emissioni pari a 99 g/km di CO2.

In seguito arriverà anche un’altra variante, con rapporto di compressione più elevato e doppio sistema di iniezione, a cui si potrà abbinare anche la trasmissione robotizzata Auto Gear Shift.

Nel mercato italiano saranno proposti gli allestimenti GL e GLX: sulla prima di serie quattro airbag, aria condizionata, Esp con Brake Assist, connettività Bluetooth e lettore Cd-Mp3 con presa Usb; la top di gamma aggiunge due airbag, volante di pelle, cerchi di lega e specchietti elettrici riscaldati e in tinta con la carrozzeria.

La Suzuki Celerio è già in vendita in India, si tratta di una citycar che va a rimpizzare la Suzuki Alto. Misura in lunghezza 360 cm e in altezza 153 cm; ha quattro porte e il portellone che dà accesso al bagagliaio di 254 litri. I due motori disponibili sono entrambi 1.0 a tre cilindri: la versione K10C ha la fasatura variabile all’aspirazione e lo Stop & Start e fa registrare emissioni di CO2 pari a 85 g/km (grazie anche alle sospensioni ribassate di 1 cm), invece il K10B si ferma a 99 g/km. Il cambio robotizzato è disponibile tuttavia solo in abbinamento al secondo propulsore. La qualità dell’abitacolo non è delle migliori, con plastiche dure e praticamente nessuna possibilità di personalizzazione. Tra gli optional tuttavia è possibile scegliere profili in plastica non verniciata su porte e passaruota, così da rendere la Celerio una sorta di mini Suv.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>