Test Montmelò, debutta Antonio Fuoco

di Alba D'Alberto Commenta

Un ragazzo semplice e schietto, si chiama Antonio Fuoco ed ha debuttato nei recenti test di Montmelò, un appuntamento che, con un gioco di parole, è stato definito di Fuoco e che adesso illustra un po’ meglio qual è la posizione della Ferrari. 

Sul calendario bisogna aggiungere una data per la Ferrari, quella del 18 maggio, giorno del debutto di Antonio Fuoco che è raccontato così dalla scuderia di Maranello. Sul Circuit del Catalunya, dove si è concluso il primo dei due appuntamenti con i test in programma nell’arco della stagione, ha fatto il suo ingresso nell’Olimpo della F1, Antonio Fuoco. Scrive la Ferrari:

“Fino alla pausa pranzo il giovane pilota della Ferrari Driver Academy conta 56 giri al volante della SF16-H, che oggi lavora su mappature elettroniche, verifiche dell’ala posteriore e assetti. Solo mescola Medium per i run previsti nella prima parte del programma, che proseguirà nel pomeriggio e dovrebbe concludersi con un lavoro simile a quello svolto ieri da Sebastian Vettel in simulazione qualifica”.

Ma come ha vissuto questo pilota, il suo primo giorno in pista?

Oggi abbiamo fatto un buon lavoro, tanti giri, molti chilometri, è stata una giornata molto positiva. La cosa più complicata di una F1 rispetto alla GP3 che guido in campionato è gestire le varie procedure, poi c’è il maggior carico che la rende più impegnativa, serve un po’ di allenamento. Oggi abbiamo lavorato sull’assetto, riprendendo un po’ il programma svolto da Sebastian per fare un comparativo. Abbiamo provato alcune novità, ma nulla di rilevante. Rispetto al test dell’anno scorso con la monoposto 2015 è difficile fare un paragone: quando girai in Austria le condizioni erano completamente differenti. Però la macchina di quest’anno mi sembra migliorata, funziona molto bene, abbiamo girato tanto e in generale fatto un buon lavoro con la squadra. Per questo ringrazio davvero la Scuderia e la Ferrari Driver Academy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>