Gran Premio del Bahrain F1 2013 orari e presentazione

di Alessandro Bombardieri Commenta

Dopo la vittoria di Fernando Alonso nel GP di Cina 2013 di Formula 1 non c’è nemmeno il tempo di festeggiare perchè il prossimo week-end c’è già un altro Gran Premio, quello del Bahrain, che si corre sul Circuito Sakhir di Manama (nome ufficiale Bahrain International Circuit). Il GP del Bahrain si corre dal 2004 sullo stesso circuito, che è stato costruito per l’occasione nel deserto vicino alla capitale del Regno del Bahrain.


STORIA – I numeri lasciano ben sperare i tifosi Ferrari, perchè i due piloti che hanno ottenuto il maggior numero di successi su questa pista sono proprio Fernando Alonso e Felipe Massa, che hanno trionfato nel GP del Bahrain rispettivamente 3 e 2 volte. Hanno ottenuto una vittoria ciascuno Michael Schumacher, Jenson Button e Sebastian Vettel. La Ferrari ha 4 vittorie nell’albo d’oro, la Renault 2, Brawn e Red Bull 1. Il record di pole position è di 2, ottenute sia da Michael Schumacher che da Sebastian Vettel.

EDIZIONE 2012 – L’anno scorso la gara è stata vinta da Sebastian Vettel su Red Bull, il podio era completato dai piloti Lotus-Renault Kimi Raikkonen e Romain Grosjean. Vettell ottenne anche la pole position in 1’32″422 ed il giro veloce in gara in 1’36″379.

CIRCUITO – Il Bahrain International Circuit è un circuito automobilistico costruito alla periferia di Manama, capitale del Bahrain. Il circuito misura 5.412 metri, in gara si percorrono 57 giri per un totale di 308,238 km. Il giro record appartiene a Michael Schumacher, ottenuto nel 2004 al volante della Ferrari in 1’30.252.

F1 2013 RAI

Orari del GP

Venerdì 19 aprile
Prove libere 1: 09:00 – 10:30
Prove libere 2: 13:00 – 14:30
Sabato 20 aprile
Prove libere 3: 10:00 – 11:00
Qualifiche: 13:00
Domenica 21 aprile
Gara: 14:00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>