Chevrolet Corvette Z06 Convertible al Salone di New York

di Alessandro Bombardieri Commenta

La Chevrolet Corvette Z06 Convertible si mostra in anteprima al Salone di New York 2014, forte del suo motore V8 di 6,2 litri da 625 CV con 861 Nm di coppia, che la rendono la Chevrolet scoperta più potente mai prodotta.

Dopo 51 anni ritorna anche il tetto in tela sulla Corvette Z06, infatti nel 1963 la Chevrolet sviluppò l’allestimento Z06 per la Corvette nella gare di durata, realizzando anche una versione cabrio (delle 199 prodotte in totale).

L’autotelaio in alluminio della nuova Corvette Z06 Convertible è il 20% più robusto di quello della precedente generazione della Z06 coupé, non c’è stato bisogno di rinforzi strutturali al telaio rispetto all’attuale Z06 coupé e pure il peso della Convertible è praticamente lo stesso. Tra i due modelli sono condivisi anche la stessa messa a punto di telaio, trasmissione, assetto e i freni Brembo in carbo-ceramica.

Chevrolet ha dichiarato che sono state necessarie 186.000 ore di lavoro al computer per definire le forme e l’architettura della nuova Chevrolet Corvette Z06 Convertible, la quale può aprire e chiudere la capote anche in movimento, sino alla velocità di 50 km/h. La Corvette Z06 cabriolet, così come la coupé, monta Michelin Pilot Super Sport o Sport Cup 2 delle misure P285/30ZR19 davanti e 335/25ZR20 dietro.

Solo una settimana fa Chevrolet ha annunciato che la Corvette Stingray sarà proposta anche con cambio automatico a 8 rapporti, di cui si sente parlare da qualche tempo. La nuova unità 8L90 è stata sviluppata internamente da GM, con produzione nello stabilimento di Toledo, nell’Ohio, specializzato in trasmissioni. La Corvette Stingray sarà dunque disponibile con motore 6.2 aspirato con cambio manuale a 7 marce o con il nuovo automatico a 8 rapporti con convertitore di coppia, descritto come perfetto per il piacere della guida. La Casa americana afferma inoltre che le cambiate avvengono in un tempo inferiore di 8 centesimi di secondo rispetto al cambio PDK a doppia frizione della Porsche 911.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>