Super Yacht Le Grand Bleu

di Gabriele Commenta

Al largo di Porto Rotondo in questi giorni si è stagliata contro l’orizzonte la sagoma di un famoso super yacht, il “ Le Grand Bleu” del magnate russo Roman Abramovich....

Al largo di Porto Rotondo in questi giorni si è stagliata contro l’orizzonte la sagoma di un famoso super yacht, il “ Le Grand Bleu del magnate russo Roman Abramovich.

Con i suoi 114 metri di lunghezza fuori tutto, la colorazione bianca e blu e la sua linea sobria, si colloca tra i primi yacht privati al mondo.

Progettato e costruito dai cantieri Kusch Yachts e varato in Germania nel 2000, è stato acquistato “usato” nel 2002 da Abramovich, il precedente proprietario era un uomo d’affari americano.

Dopo l’acquisto è stato rivisitato secondo i desideri di Abramovic, oltre ad una nuova plancia di poppa più lunga, ha voluto rinnovare gli interni sui quali ovviamente è trapelato, come per tutti i super yacht, ben poco.





Un ulteriore ritocco è stato effettuato quest’anno in Florida e ha riguardato l’impianto di depurazione e ricircolo delle acque di scarico.

Siamo certi che nel passaggio di proprietà Le Grand Bleu sia stato dotato di fantascientifici dispositivi di sicurezza, questione che notoriamente sta molto a cuore al magnate russo che ha previsto per la prossima barca anche un sistema antimissili.

La motorizzazione di questo yacht è affidata a una coppia di propulsori Deutz da 4.570 cavalli, dichiarata dal cantiere costruttore ma altre fonti segnalano una coppia di Wartsila da 3.600 cavalli.

Anche se continua a disporne, nel 2006 Le Grand Bleu sarebbe stato donato da Abramovich ad un suo socio d’affari che attualmente risulta proprietario dello yacht, Eugene Shvidler avvistato sulle coste delle Maldive.

Gabriele


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>