MV Agusta Brutale 1078RR

di Redazione Commenta

Anche per questo modello la MV Agusta ha mantenuto il tradizionale telaio a traliccio che oltre ad un gusto..

È la più potente e cattiva della serie Brutale di MV Agusta, il suo design unico è stato arricchito da nuove colorazioni, nuove decalcomanie ed è stato ridisegnato il cruscotto.

Anche per questo modello la MV Agusta ha mantenuto il tradizionale telaio a traliccio che oltre ad un gusto retrò è funzionale perché sopporta in maniera egregia l’esuberanza e la potenza della Brutale.

Nuova la forcella a steli rovesciati all’anteriore ed è stata rivista la taratura del mono posteriore.



Molte le soluzioni “cannibalizzate” dalla sportivissima F4 RR, a partire dai freni, dalla frizione antisaltellamento fino al propulsore, rivisto per essere adattato al concetto di naked estrema della Brutale. Il motore è un 1078 cc. da ben 154 cv, potenza record per una naked, con coppia di 117 Nm a 8100 giri.

Il cambio a 6 marce è di tipo estraibile, finezza tecnica derivata dal mondo delle moto da corsa. Molto lavoro è stato fatto, specie sul catalizzatore, per rendere “dolce” la risposta al gas della Brutale, che comunque rimane, a conferma del nome, una moto esuberante e destinata a chi sa davvero guidare. La velocità massima raggiungibile dalla Brutale 1078 RR è di poco sotto ai 270 km/h, prestazione ovviamente raggiungibile su circuito.

Recentemente la casa italiana è stata acquistata dalla americana Harley Davidson per 70 milioni di euro, l’azienda americana ha promesso il rilancio della MV Agusta e la conservazione dello stile prettamente italiano della produzione.

Gabriele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>