BMW Serie 4 Cabrio spiata in versione “aperta”

di Alessandro Bombardieri Commenta

Sulle strade delle nostre Alpi è stato spiato un nuovo prototipo della BMW Serie 4 Cabrio, che possiamo così osservare per la prima volta con la capote aperta. In compagnia della Serie 4 Cabrio c’erano anche una Serie 4 Coupé ed una M3.


Altra particolarità di questo muletto è data dal fatto che per la prima volta possiamo anche vedere la Serie 4 Cabrio con l’allestimento M-Sport. La BMW Serie 4 Cabrio propone un hardtop che può essere richiuso all’indietro, ma dal punto di vista estetico non dovrebbero essere molte le differenze con la versione Coupé, nè tanto meno con la precedente Serie 3 Cabrio, che questo modello andrà a rimpiazzare.

BMW SERIE 1 2014

Secondo le ultime indiscrezioni al lancio saranno disponibili le due varianti 428i e 435i, mentre in un secondo momento arriverà anche la versione sportiva M4. La 428i dovrebbe avere una potenza di 420 CV, sviluppati dal motore 2.0 litri quattro cilindri turbo, mentre la 435i dovrebbe arrivare a 300 CV, grazie al propulsore sei cilindri in linea 3.0 litri turbo. La trazione posteriore e il cambio manuale a sei marce saranno lo standard, ma tra gli optional ci saranno anche la trazione integrale ed il cambio automatico ad otto rapporti.

Sulla Serie 4 Coupé sono presenti gli Air Breather, le prese d’aria ricavate dietro i passaruota anteriori che migliorano l’efficienza aerodinamica e i fari full led, disponibili come optional in alternativa alle lampade allo xenon classiche. L’abitacolo propone la classica impostazione 2+2, lo schienale del divanetto posteriore può essere anche ribaltabile nel rapporto 40:20:20. In Italia la BMW Serie 4 arriverà soltanto durante il prossimo mese di settembre, mentre la versione Cabrio dovrebbe debuttare alla fine dell’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>