A.A.A. Prestigioso Team di Formula 1 vendesi, Honda si ritira

di Gabriele Amodeo Commenta

Quindi con la stagione 2008 potrebbe essersi chiuso il capitolo della storia della casa giapponese in Formula 1..

Titolo ironico, ma da scherzare c’è poco. E’ l’ipotesi ventilata dai vertici Honda dopo avere comunicato il ritiro del team dalle competizioni mondiali. La motivazione di questa drastica decisione è addotta alla crisi globale che sta investendo in maniera particolare il comparto automobilistico.

Quindi con la stagione 2008 potrebbe essersi chiuso il capitolo della storia della casa giapponese in Formula 1; prossimamente il quartier generale Honda si confronterà con il Team e Honda Racing Development che produce i motori per decidere su una eventuale vendita dell’intero pacchetto.


Questa notizia arriva dopo mesi di ipotesi e calcoli, Honda ha investito nell’ultimo campionato qualcosa come 218 milioni di dollari, una cifra enorme considerati anche gli scarsi risultati ottenuti nelle ultime due edizioni. Il ritiro della Honda dalle competizioni non fa altro che avvalorare la proposta FIA di introdurre il motore unico a partire dalla stagione 2010. Se un colosso come Honda riconosce di essere in difficoltà e di non volere sostenere il costo di un’altra stagione di gran premi, in quali condizioni versano i team più piccoli?


Problemi grossi anche per le due guide del team Honda, Ruben Barrichello e Jenson Button, che rischiano di rimanere appiedati per la prossima stagione, visti i pochi posti disponibili nei vari team.

Sarà questo un caso isolato o altri team decideranno di tirare le somme e decidere di investire diversamente le loro risorse? Da appassionati di motori speriamo davvero di no, ma questa è una notizia che fa davvero riflettere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>