Opel Adam Rocks presentata al Salone di Ginevra 2013

di Gtuzzi Commenta


Finalmente sono arrivate le prime immagini dal Salone di Ginevra e gli occhi del mondo delle quattro ruote sono tutti puntati verso l’importante kermesse elvetica.
E’ stato svelato, in anteprima mondiale, anche il nuovo prototipo del marchio tedesco Opel, ovvero la Adam Rocks: si tratta di un esemplare che ha la funzione di dare il benvenuto ad un nuovo segmento del mercato, quello che si riferisce agli urban crossover mini.
Fino a quest’oggi, abbiamo avuto la possibilità di ammirare la nuova Opel Adam Rocks solamente all’interno di alcuni disegni che sono stati rilasciati sul web da parte del marchio tedesco: il Salone di Ginevra, quindi, è la prima occasione per vedere dal vivo questa nuova vettura, che sembra caratterizzata da una struttura decisamente più solida e muscolosa in confronto al modello di serie.

OPEL CORSA FACELIFT FOTO SPIA
Sono numerose le peculiarità della nuova Opel Adam Rocks, tra cui troviamo anche gli archi passaruota allargati, che possono contare su degli elementi realizzati in materiale plastico contro gli urti, ma anche i cerchi da 18 pollici con stile Twister.
Questo innovativo prototipo ha lo scopo di suggerire una valida alternativa a tutta quella clientela che è alla perenne ricerca di un’auto dal carattere grintoso, ma caratterizzata altresì da uno stile di tendenza e al passo con i tempi e, allo stesso tempo, in grado di garantire un’ottima capacità di guida per districarsi nel traffico delle strade di città.

OPEL ADAM ROCKS CONCEPT IN ANTEPRIMA

Tra i vari elementi che permettono di considerare questa nuova Opel Adam Rocks con uno stile ancora più sportivo, troviamo sicuramente il tetto interamente apribile, mentre gli interni sono caratterizzati da imbottiture di nappa con finiture blu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>